Blog

TikTok, la rivoluzione “futura” dei Social Media

È una app che sta rivoluzionando il mondo multimediale stabilendo record per numero di download e che, per alcuni, sarà il futuro dei social media. La parola da tenere bene a mente è intelligenza artificiale, perché di questo si parla.
Il nuovo social network è nato in Cina ma sta conquistando, un po’ alla volta, anche Europa e Stati Uniti. Il target di riferimento è molto giovane, se è vero che le cifre da record che sta raggiungendo (65 milioni di utenti negli Stati Uniti) sono dovute soprattutto ai ragazzi molto giovani. Ma per le sue caratteristiche, almeno su questo sono pronti a scommettere gli sviluppatori, presto potrebbe attirare anche i meno giovani. 
TikTok, questo è il nome del social media che sta spopolando nella cosiddetta generazione Z, quella addirittura successiva ai Millennials, quindi i giovani nati dal 1995 al 2010, ovvero quelli maggiormente esposti alle novità digitali.

Come funziona il social TikTok

Il nuovo social lanciato in Cina nel 2016 è basato sul concetto di intelligenza artificiale e, tecnicamente, è una app che consente agli utenti di creare brevi clip musicali che possono avere una durata variabile tra 15 e 60 secondi.

In sostanza un utente può caricare un video modificandolo, aggiungendo suoni o altro, accelerando o rallentando la musica e scegliendo tra la vasta gamma di generi presenti. In aggiunta a questo l’app consente di registrare file audio o video relativi alla reazione dell’utente dopo aver visualizzato la clip sullo smartphone, con la possibilità anche di condividere la ripresa di due distinti telefoni in un unico video sfruttando la vicinanza fisica con un altro utente.  
L’uso dell’intelligenza artificiale si riferisce alla analisi degli interessi e delle preferenze di ogni singolo utente così da andare a proporgli contenuti personalizzati e adatti. Una app estremamente semplice, coinvolgente e che per questo avrebbe tutti i crismi del caso per generare, sostengono in molti, una dipendenza da uso.  

Una piattaforma di video musicali amatoriali

Perché concretamente TikTok, il cui nome originale in Cina è Douyin, altro non è che una piattaforma per creazione e condivisione di video musicali amatoriali che consente di guardare clip, crearne di originali, modificare a piacere quelli esistenti. 
Un po’ come un karaoke visivo i cui video durano pochi secondi, da cui lo slogan della app “Make Every Second Count” (dai importanza ad ogni secondo). L’obiettivo dichiarato è quello di creare una comunità all’interno della quale tutti possono diventare creatori e ideatori partendo da un vastissimo campionario di stili musicali presenti sulla app.
Una volta scaricata ed installata, TikTok prevede l’iscrizione tramite telefono o indirizzo mail. L’interfaccia è simile a quella dei classici social, come Facebook o Instagram, e consente di accedere direttamente dalla pagina principale ai contenuti caricati da altri utenti e suggeriti, in base all’intelligenza artificiale, per i propri gusti. Mentre il video scorre, in piccolo si potrà visualizzare la foto dell’utente che lo ha creato con la possibilità di consultarne il profilo ed iniziare a seguirlo. 

Che aspetti? Iscriviti al social del futuro e follow me @marcococoit

Leave A Comment